Primo piano     Pubblicata il 13 Giugno 2018

“Innocenti in manette”, ecco la giornata per le vittime di errori giudiziari

Sono passati 35 anni da quel venerdì 17 giugno 1983 in cui i carabinieri di Roma misero le manette ai polsi di un uomo innocente: Enzo Tortora. Nulla più della sua espressione incredula e stordita al momento dell’arresto può essere il simbolo di tutte le vittime degli errori giudiziari. Da allora è cambiato ben poco. Ancora oggi troppi innocenti finiscono in carcere: in media 1000 ogni anno, quasi tre al giorno, oltre 26 mila negli ultimi 25 anni. Lo Stato ha già speso in risarcimenti più di 740 milioni di euro e il conto prosegue al ritmo di 81 mila euro al giorno.

Per questo il Partito Radicale ed Errorigiudiziari.com organizzano Innocenti in manette, una giornata dedicata alle vittime di ingiusta detenzione ed errori giudiziari in Italia. Una non stop per dare voce ai protagonisti di storie strazianti, una novità assoluta perché mai fino a oggi erano stati riuniti nello stesso luogo e nella stessa occasione dieci di loro, uomini e donne, di ogni parte d’Italia, accusati dei reati più diversi e tremendi sulla base di prove inesistenti o senza fondamento.

I nomi dei protagonisti di Innocenti in manette li vedete nella locandina in alto. Ma vale la pena ricordarli: ci sarà Angelo Massaro, 21 anni in carcere da innocente, poi avremo tre dei cinque personaggi al centro del nostro docufilm “Non voltarti indietro” (Daniela Candeloro, Vittorio Gallo e Antonio Lattanzi). Ci saranno Anna Maria Manna , Gerardo De Sapio, Bruno Lago, Diego Olivieri, Antonio Perruggini, Stefano Messore.

Alla giornata prenderanno parte parlamentari come Enrico Costa (tra i pochissimi a occuparsi da sempre del tema dell’ingiusta detenzione, è stato ospite dell’anteprima torinese di “Non voltarti indietro”)  Sandra Lonardo e Clemente Mastella, magistrati come Carlo Nordio, avvocati come Francesco Petrelli (segretario dell’Unione delle Camere Penali Italiane, in prima linea su temi come la separazione delle carriere e la corretta informazione giudiziaria), ex imprenditori e oggi politici come Stefano Parisi, coinvolto suo malgrado nell’inchiesta flop su Fastweb, personaggi come Francesca Scopelliti, presidente della Fondazione “Enzo Tortora” per la giustizia giusta, e Ilaria Capua, la virologa che fu al centro di un clamoroso caso di gogna mediatica da innocente.

L’elenco dettagliato dei partecipanti è nella locandina. L’evento sarà integralmente coperto dalla diretta di Radio Radicale.

 

Sabato 16 giugno 2018, dalle ore 10,30 in via di Torre Argentina 76 (Roma)