In carcere innocente per false fatturazioni: assolto e risarcito imprenditore

Pubblicato il 28 dicembre 2011

Coinvolto nell’inchiesta legata al “piano casa” del comune di Firenze, Riccardo Fusi è stato scagionato “perché il fatto non costituisce reato”. Avrà 15 milioni di lire per l’ingiusta detenzione subita

Scheda

Riccardo Fusi

Firenze  
Anno1998
ReatoFalse fatturazioni
AvvocatoSandro Traversi
Pm
ErroreIndagini
Risarcimento15 milioni di lire
Con un’assoluzione completa decisa dai giudici d’appello cala definitivamente il sipario sull’inchiesta legata al “piano casa” del comune di Firenze. Nel luglio del 1992 l’indagine porta in carcere tra gli altri l’allora vicesindaco di Palazzo Vecchio, Gianni Conti, e con lui gli imprenditori pratesi Roberto e Rodolfo Bartolomei e Riccardo…

Registrazione