Cento volte ingiustizia

La copertina di “Cento volte ingiustizia”.

Sono passati venticinque anni da quando decidemmo di scrivere questo libro. Nella metà degli Anni 90, quando il caso Tortora era ancora bene impresso nella mente di tutti gli italiani, capimmo che quello del popolare presentatore di “Portobello” non era affatto un caso isolato. Decine, centinaia di persone come lui si trovano nelle carceri italiane da innocenti, oppure ne uscivano dopo essere stati riconosciuti tali, ma solo al termine di odissee giudiziarie penose, tremende, disumane. Fu questo inizio di consapevolezza che ci spinse a raccogliere i cento casi di errori giudiziari italiani più emblematici e famosi, dal Dopoguerra ai giorni nostri, in unico volume che servisse a sollevare una riflessione seria e concreta su una delle più attuali e delicate questioni della giustizia: quella degli innocenti in carcere. Nacque così “Cento volte ingiustizia” e ancora oggi, a distanza di tanto tempo, oltre a essere un documento che racconta cinque decenni di errori giudiziari italiani, mantiene tutta la sua spaventosa attualità.

Il volume contiene inoltre interventi firmati da quattro nomi di primissima grandezza, in rappresentanza delle figure chiave del processo penale: l’accusa, la difesa, il giudice, la Cassazione.

In particolare:

  • Ferdinando Imposimato, giudice istruttore dei più importanti processi del Dopoguerra tra cui il rapimento di Aldo Moro, l’attentato a Giovanni Paolo II e diversi processi per terrorismo.
  • Carlo Taormina, avvocato in alcuni tra i casi giudiziari di maggiore risonanza degli ultimi anni, tra cui la strage di Ustica, l’eccidio delle Fosse Ardeatine, l’omicidio Marta Russo, il delitto di Cogne.
  • Severino Santiapichi, per 20 anni presidente della Corte d’Assise di Roma, giudice nei processi per il rapimento di Aldo Moro e per l’attentato a Giovanni Paolo II.
  • Renato Borruso, presidente aggiunto onorario della Corte di Cassazione, tra i primi esperti in Italia di informatica giuridica.

La prefazione di Cento volte ingiustizia

Leggi la prefazione di “Cento volte ingiustizia”, a cura di Roberto Martinelli, decano dei giornalisti giudiziari italiani.

Leggi i contributi

 

ACQUISTA ON LINE “CENTO VOLTE INGIUSTIZIA – INNOCENTI IN MANETTE”

 


Correlati


Al momento non ci sono articoli correlati