Mauro Galeazzi, l’assessore innocente: né corruzione né peculato

Pubblicato il 13 giugno 2014

Ha passato due settimane in carcere con l’accusa di aver intascato tangenti da un imprenditore per favorire la realizzazione di un supermercato e aver usato un cellulare della Provincia per scopi personali. Non era vero. E lo Stato deve risarcirlo con 16.900 euro

Scheda

Mauro Galeazzi

Brescia (Castel Mella)  
Anno 2014
Reato Corruzione, peculato
Avvocato Marino Colosio
Risarcimento 16.900 euro
Mauro Galeazzi Mauro Galeazzi, ex assessore leghista di Castel Mella (in provincia di Brescia) avrà un risarcimento per l’ingiusta detenzione subita. Fu accusato di corruzione e di peculato. In particolare di aver intascato 10 mila euro da un imprenditore per rendere più agevole la realizzazione di un supermercato, e di…

Registrazione