Due anni in carcere per errore

Pubblicato il 14 novembre 2017

Accusato di minacce per convincere due coniugi a restituire un prestito usurario, in realtà non ha mai partecipato all’episodio intimidatorio che avrebbe dovuto incastrarlo. Condannato con sentenza definitiva, viene riconosciuto innocente solo dopo un processo di revisione.

Scheda

Gianfranco Solla

Napoli   NA
Anno2017
ReatoTentata estorsione aggravata
AvvocatoBaldassarre Lauria, Pardo Cellini, Laura Ancona
Giorni di detenzione730 (carcere)
ErroreFalse ricostruzioni dei testimoni
Era stato accusato e condannato con sentenza definitiva per un reato mai commesso. Ma ora, Gianfranco Solla, 39 anni, è stato finalmente riconosciuto innocente. È tornato libero dopo quasi due anni di ingiusta detenzione, in seguito a un processo di revisione. E ora l’errore giudiziario che lo ha visto protagonista…

Registrazione