Incastrato da un’intercettazione, ma quella voce non era sua

Pubblicato il 20 Dicembre 2018

Due mesi in carcere, sei anni e mezzo per capire che le intercettazioni telefoniche sbagliavano: non era lui l’estorsore che i carabinieri stavano cercando.

Scheda

Giovanni Aprile

Portopalo di Capo Passero   SR
Anno 2018
Reato Estorsione
Avvocato Giuseppe Gurrieri
Giorni di detenzione 60 (carcere)
Errore Intercettazioni telefoniche
Risarcimento Richiesto
Ha passato due mesi in carcere da innocente. Tutto per colpa di intercettazioni telefoniche. È la vicenda capitata a Giovanni Aprile, 40 anni, originario di Portopalo, un piccolo centro in provincia di Siracusa. L’uomo è stato accusato di estorsione aggravata: secondo gli inquirenti, insieme con altre due persone, avrebbe ripetutamente…

Registrazione