Ciao, Maestro: senza di te non saremmo qui

È morto Roberto Martinelli, uno dei più grandi, se non il più grande giornalista giudiziario italiano. È stato lui ad avviarci al grande tema degli errori giudiziari. Senza di lui, tutto quello che abbiamo fatto (e faremo in futuro) non esisterebbe.

Taormina: “Troppi poteri al Pm”

L’attuale codice di procedura penale è più sensibile al problema dell’errore giudiziario. C’è stata una profonda e radicale innovazione dell’istituto della revisione dei giudicati, in precedenza legato a un controllo preliminare della corte di cassazione, alla quale spettava di stabilire se dovesse o meno essere riaperto un processo. Questa situazione rappresentava la conseguenza di una…

Santiapichi: “Il caso Gallo non è servito a nulla”

La presa di coscienza della fallibilità del giudice ha in sé l’ovvia conseguenza di un monito, un invito alla cautela e alla scrupolosa osservanza delle regole, soprattutto di quelle che tentano di sbarrare l’ingresso all’errore. Ma, nel parere di John Huizinga, proprio la raggiunta consapevolezza della possibilità dell’errore giudiziario sarebbe una, epperò la non meno…

Imposimato: “Errori giudiziari, colpa dei processi indiziari”

Bisogna anzitutto partire da un dato. Nella realtà processuale, nell’esame dei diversi casi giudiziari, esistono due verità antitetiche: una verità reale e una processuale. Queste due verità non coincidono quasi mai. L’obiettivo fondamentale del giudice consiste nel fare emergere la verità storica, affinché tra questa e il giudizio finale vi sia una perfetta coincidenza. Questo…