“Io, ex ministro e sindaco di Roma, 50 giorni in carcere innocente”

Clelio Darida
Clelio Darida

Clelio Darida, ex potente democristiano nella Prima Repubblica, unico ministro della Giustizia a essere mai finito in cella. “E’ stato come uno stupro, indimenticabile e irreparabile. Ho subito una violenza infame ed infamante”. Fu assolto e risarcito con 100 milioni di lire.

Quel maresciallo della Finanza non è stato corrotto

Matteo Saracino
Matteo Saracino

Diciotto giorni in carcere e tre mesi agli arresti domiciliari da innocente. Matteo Saracino finito in una maxi inchiesta per truffa allo Stato sulle slot machine non c’entrava nulla: solo calunnie di pentiti e dichiarazioni prive di riscontro. Sarà risarcito con 12 mila euro

Marco Chiari, l’assessore rovinato da un’accusa ingiusta e infondata

Marco Chiari
Marco Chiari

Accusato di corruzione, passa 16 giorni di ingiusta detenzione nel carcere di Lucca, ma l’ordinanza di custodia cautelare non avrebbe dovuto mai essere emessa. Dopo quattro anni di processo, viene assolto perché il fatto non sussiste. Ma per gli effetti devastanti che questa storia ha causato alla sua vita sarà risarcito con meno di 10 mila euro

Alfredo Venturini, una vita distrutta vale 12 mila euro

Alfredo Venturini
Alfredo Venturini

Un mese in carcere e 12 anni di processo per falso ideologico e corruzione: era innocente. Ma nel frattempo ha perso il lavoro, la sua famiglia si è sfaldata, la reputazione svanita. E perfino il risarcimento accordato dalla Corte d’appello per ingiusta detenzione è stato impugnato in Cassazione dalla procura

Niente corruzione per quel dirigente comunale

Dante Galli ingiusta detenzione
Dante Galli

La vicenda di Dante Galli, assolto e risarcito per l’ingiusta detenzione (carcere e arresti domiciliari) subita in seguito a una maxi inchiesta da cui è uscito completamente innocente

Marco Savini, otto anni per dimostrare di essere innocente

Marco Savini

Nel 2007, a 32 anni, ex vicesindaco di Montesilvano viene travolto dall’inchiesta “Ciclone”: accusato di associazione per delinquere, truffa e corruzione. Ora ne esce a testa alta e chiede il giusto indennizzo per 98 giorni di ingiusta detenzione

Francesco Mainolfi assolto: non fu corrotto dal clan dei Casalesi

Francesco Mainolfi

Funzionario dell’ufficio tecnico comunale di Battipaglia, fu arrestato con l’accusa di aver favorito imprenditori e faccendieri vicini ai camorristi di Casal di Principe, dopo aver intascato una tangente di 50 mila euro. Ma le prove a suo carico erano “prive di logicità” e “travisate”…

Mauro Galeazzi, l’assessore innocente: né corruzione né peculato

Mauro Galeazzi

Ha passato due settimane in carcere con l’accusa di aver intascato tangenti da un imprenditore per favorire la realizzazione di un supermercato e aver usato un cellulare della Provincia per scopi personali. Non era vero. E lo Stato deve risarcirlo con 16.900 euro

Giusi Tarantino, la funzionaria di tribunale onesta e non mafiosa

Giusi Tarantino

Accusata per errore con due colleghe degli uffici giudiziari del Tribunale di Agrigento di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e alla truffa, ha trascorso un mese agli arresti domiciliari ed è stata sospesa per diversi mesi dal lavoro. Ma era innocente. E ora lo Stato la risarcisce per ingiusta detenzione

Sandro Frisullo, assolto dopo 4 mesi in carcere come tangentista

Sandro Frisullo

Politico in vista del Partito Democratico, ex vicepresidente della Giunta regionale della Puglia, era già stato prosciolto dall’accusa di corruzione. Ma era innocente anche per un altro filone di inchiesta secondo cui aveva preso soldi per favorire l’imprenditore Tarantini legato a Silvio Berlusconi