Venti giorni agli arresti domiciliari per riciclaggio e camorra: era innocente

Claudio Tomada

Un ingegnere friuliano accusato di aver progettato un’industria in Costa d’Avorio con i soldi di un clan. Scagionato completamente, avrà 4 mila euro come risarcimento per ingiusta detenzione.

Tre mesi in carcere per aver favorito l’immigrazione clandestina. Non c’entrava nulla

Pasquale Vitiello
Pasquale Vitiello

Pasquale Vitiello, un tranquillo ragioniere commercialista accusato di procurare documenti falsi per facilitare la permanenza in Italia di cittadini cinesi come colf o badanti. Ora chiede 119 mila euro di risarcimento per ingiusta detenzione

Scagionato dai pentiti, dopo 430 giorni in carcere innocente

Vincenzo La Corte
Vincenzo La Corte

Vincenzo La Corte, arrestato per mafia e assolto grazie alle intercettazioni telefoniche in cui un pentito fa capire che con la mafia non c’entra

Quasi tre mesi di ingiusta detenzione per un’accusa inesistente

Sandra Maltinti
Sandra Maltinti

Sandra Maltinti, ritenuta la mente di un comitato di affari per influire sulla politica del Comune per cui lavora. Era innocente. Deve essere risarcita, ma i giudici ancora non si mettono d’accordo sull’entità del risarcimento.

Quell’imprenditore con la mafia non c’entra nulla

Vincenzo Galimi
Vincenzo Galimi

Tre anni e mezzo in carcere da innocente, due aziende floride ridotte sull’orlo del fallimento per colpa di un’accusa priva di fondamento. Storia di Vincenzo Galimi, che ora chiede il risarcimento

Ma quale usura, con i clan Rom non c’entrava nulla

Corrado Coronella
Corrado Coronella

Agente immobiliare di Latina, viene accusato di associazione per delinquere finalizzata all’usura. Ma è innocente, vittima di una calunnia. Assolto in primo grado e in appello, con sentenza confermata in Cassazione. Ora chiede 516 mila euro per gli 8 mesi di arresti domiciliari subiti

Ilaria Capua: “La giustizia italiana ha il sapore del fiele”

Ilaria Capua

La virologa apprezzata in tutto il mondo per i suoi studi sull’influenza aviaria racconta come è rimasta vittima di un’accusa gravissima e infamante, quanto infondata: associazione per delinquere finalizzata alla diffusione di epidemia

Padre Carlo risarcito: non ha mai sfruttato i migranti

padre Carlo D'Antoni
Carlo D'Antoni

Un parroco di frontiera accusato di un’associazione per delinquere che guadagnava sui permessi di soggiorno degli immigrati spesso suoi ospiti. Non era vero nulla. Avrà quasi 11 mila euro per ingiusta detenzione

Sconta 217 giorni in più, di cui 9 perché la cancelleria si “dimentica” di lui

Alessandro Tornese

Condannato a un anno e sei mesi con pena sospesa, ha già passato in carcere e agli arresti domiciliari più del dovuto. E intanto la cancelleria si dimentica di comunicare ai carabinieri l’ordinanza di scarcerazione. Ora chiede il risarcimento per ingiusta detenzione

Milanetto, niente scommesse: la sua fu ingiusta detenzione

Omar Milanetto

L’ex calciatore del Genoa, totalmente scagionato dall’accusa di aver combinato una partita contro la Lazio nel 2011, chiederà l’indennizzo per la custodia cautelare a cui è stato costretto. Carriera e reputazione rovinate