In cella per stupro, ma lei si è inventata tutto

Un dipendente di Expo 2015 a Milano viene arrestato e finisce in carcere innocente per 67 giorni con l’accusa di violenza sessuale. Ma la donna che lo ha denunciato lo ha voluto incastrare solo per gelosia e ripicca.

SCHEDA

Vittima Anonima

Milano (Milano)
  • Anno
  • 2018
  • Reato
  • Violenza sessuale
  • Avvocato
  • Samanta Barbaglia, Giovanni Nigra
  • Pm
  • Giovanni Polizzi, Gianfranco Gallo
  • Giorni di detenzione
  • 67 (carcere)
  • Errore
  • False accuse
  • Risarcimento
  • 15.800 euro

È la fine di agosto 2015. Un cittadino cinese trentenne, che lavora presso il padiglione dell’Expo di Milano riservato al suo Paese, viene arrestato dalla polizia in esecuzione di un ordine di custodia cautelare richiesto dal pubblico ministero Giovanni Polizzi e convalidato dal Gip di Milano Franco Alberto Maria Cantù…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo


Articoli correlati