Un mese di ingiusta detenzione per una perizia sbagliata

Cartucce da caccia scambiati per munizioni da guerra. Così un ristoratore di Modena è costretto a scontare 16 giorni in carcere e 44 agli arresti domiciliari. Quando sarebbe potuta bastare un’ammenda da 170 euro.

SCHEDA

Marco Restani

Modena (MO)
  • Anno
  • 2010
  • Reato
  • Detenzione di munizioni da guerra
  • Avvocato
  • Guido Beghini
  • Giorni di detenzione
  • 16 (carcere), 44 (arresti domiciliari)
  • Errore
  • Perizie sbagliate
  • Risarcimento
  • Richiesto (516 mila euro)

Gli errori giudiziari nascono spesso da situazioni paradossali. Sviste, errori marchiani, ritardi, inefficienze. Talvolta addebitabili ai magistrati, giudici o pm che siano, in altri casi a periti o ai cancellieri oppure comunque alla burocrazia della macchina della giustizia italiana. Restare invischiato in una vicenda come quella accaduta a Marco Restani,…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo