Assolto da tentata rapina chiede trecento milioni di lire

Yili Muca

Trecento milioni di lire: questa la somma che un albanese ha chiesto al Ministero delle Finanze a titolo di risarcimento per ingiusta detenzione e danni morali e materiali derivantigli da una singolare disavventura.

Postino incastrato dalla moglie brasiliana

Gaspare Lucia

Era arrivata dal Brasile in Italia in cerca di lavoro e anche di “un marito ricco” come aveva scritto ad un amico. Non aveva trovato un impiego ma aveva sposato un dipendente delle Poste, Gaspare Lucia, molto innamorato.

Ex agente della Polstrada avrà 21 mila euro

Giuseppe Giambelluca

Un altro ex agente della polstrada astigiana risarcito per ingiusta detenzione. Antonio Cimino, in servizio al comando di via Ariosto negli Anni ’90 ha ottenuto 21 mila euro dal tribunale di Torino, su istanza del suo legale, Aldo Mirate.

“Provini sexy”, assolto perché il fatto non sussiste

Nello Ramella Paia

Scende le scale del palazzo di giustizia a passo svelto, ma non riesce a domare tutta la rabbia che ha in corpo. Nello Ramella Paia, 47 anni, biellese, titolare della scuola per modelle “Celebrità”, è stato appena “assolto perché il fatto non sussiste”.

Due amici, una ventitreenne, nessuno stupro

Douglas Molinari, Oscar Ciavardini

Otto mesi tra carcere, arresti domiciliari e obbligo di firma con l’accusa di aver violentato una ragazza. Che si era inventata tutto. E che finisce processata per calunnia

L’idraulico che non violentò la sua compagna

Salvatore Cacace

Salvatore Cacace, risarcito con 10 mila euro per 7 giorni in carcere da innnocente

Strage di Alcamo, libero dopo 26 anni. Era innocente…

Giuseppe Gulotta

Giuseppe Gulotta era accusato di aver ucciso due carabinieri nella famigerata strage di Alcamo Marina. Non c’entrava nulla. E ora chiede il risarcimento per un pezzo di vita trascorsa dietro le sbarre

Ex agente della Polstrada avrà 21 mila euro

Antonio Cimino

Un altro ex agente della polstrada astigiana risarcito per ingiusta detenzione. Antonio Cimino, in servizio al comando di via Ariosto negli Anni ’90 ha ottenuto 21 mila euro dal tribunale di Torino, su istanza del suo legale, Aldo Mirate.

La fine del calvario per un carabiniere

Marco Biancafarina

E’ finito nella terribile morsa della macchina della giustizia, che lo ha stritolato per ben nove anni e mezzo.
A doversi difendere da accuse infondate è stato un maresciallo dei carabinieri, Marco Biancafarina, che finalmente è riuscito la sua innoce

Violentati dal marocchino, ma non era vero

Mostafa Bchi

Uno straniero finisce in carcere per un’accusa falsa: le persone che lo avevano denunciato erano in realtà consenzienti. Si vergognavano.