«Ha ucciso il padre della sua fidanzata»: ma era innocente

Lo Stato risarcirà per l’ingiusta detenzione Mauro Ansaldi, il rappresentante di Bergeggi accusato del delitto del medico cuneese Renato Motta e poi scagionato.

SCHEDA

Mauro Ansaldi

Cuneo (Cuneo)
  • Anno
  • 1997
  • Reato
  • Omicidio
  • Avvocato
  • Flavio Battisti
  • Giorni di detenzione
  • 44 (carcere)
  • Errore
  • Indagini
  • Risarcimento
  • 9 milioni di lire

Lo Stato risarcirà per l’ingiusta detenzione Mauro Ansaldi, il rappresentante di Bergeggi accusato del delitto del medico cuneese Renato Motta e poi scagionato. Il commerciante otterrà 9 milioni. L’ha deciso la Corte d’Appello di Torino. “Avevo chiesto 100 milioni – spiega il legale di Ansaldi, Flavio Battisti -. La Procura…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo