Quindici mesi agli arresti per un riciclaggio mai commesso

Accusato di aver aiutato un amico a ripulire parte del denaro trafugato a una donna disabile, un imprenditore irpino passa più di un anno tra carcere e arresti domiciliari. Condannato in primo grado, assolto in appello perché il fatto non sussiste.

SCHEDA

Ciro Ferrara

Avellino (Avellino)
  • Anno
  • 2020
  • Reato
  • Riciclaggio
  • Avvocato
  • Gaetano Aufiero
  • Giorni di detenzione
  • 120 (carcere) 330 (arresti domiciliari)
  • Errore
  • Intercettazioni
  • Risarcimento
  • Richiesto

Arrestato per riciclaggio. Condannato. Costretto a passare quindici mesi, tra carcere e arresti domiciliari, da innocente. E poi sottoposto alle tremende conseguenze che ogni carcerazione ingiusta porta con sé: gogna mediatica, immagine personale e professionale in polvere, problemi di salute. È quello che è capitato a Ciro Ferrara, un imprenditore…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo