Cinque anni in carcere, ma il trafficante di droga era un altro

Arrestato e condannato in primo grado a 24 anni per colpa di una perizia telefonica sbagliata. Durante la prigionia, la moglie ha perso i due gemelli che aspettava. Ora chiede 500 mila euro di risarcimento per l’ingiusta detenzione subita

SCHEDA

W.U.

Napoli (Agrigento)
  • Anno
  • 2015
  • Reato
  • Traffico di sostanze stupefacenti, tratta di esseri umani
  • Avvocato
  • Francesco Galella
  • Giorni di detenzione
  • 1825 (carcere)
  • Errore
  • Intercettazioni telefoniche
  • Risarcimento
  • Richiesto

Ci sono voluti cinque lunghi anni prima di arrivare alla verità. Prima di capire che lui, W.U., un quarantenne residente a Frosinone, con quel traffico di stupefacenti a livello mondiale non c’entrava proprio nulla. Il frusinate era stato vittima di un clamoroso errore giudiziario. Ma quei cinque anni di ingiusta…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo