L’ex sindaco è innocente: 20 accuse, tutte infondate

La vicenda di Cesare Festa, primo cittadino di un piccolo comune in provincia di Salerno. Per aver trascorso 11 giorni agli arresti domiciliari sarà risarcito con 51 mila euro per ingiusta detenzione

SCHEDA

Cesare Festa

Pisciotta (SA)
  • Anno
  • 2017
  • Reato
  • lottizzazione abusiva, concussione, rivelazione di segreto d’ufficio, falsità ideologica, truffa a danno dello Stato, violenza e minaccia a pubblico ufficiale
  • Pm
  • Alfredo Greco
  • Giorni di detenzione
  • 11 (arresti domiciliari)
  • Risarcimento
  • 51 mila euro

Travolto da venti capi d’imputazione, uno più infamante dell’altro per un uomo delle istituzioni come lui. Costretto a un’odissea giudiziaria durata sei anni. Riabilitato soltanto oggi, grazie al risarcimento per ingiusta detenzione che lo Stato è stato costretto a liquidargli per essere stato agli arresti domiciliari da innocente. È la…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo