A 16 anni in cella per l’omicidio del padre. Ma l’assassino non è lui

Luca Agostino finisce in carcere al posto del fratello perché sulle sue mani ci sono tracce di polvere da sparo. Passa 113 giorni in prigione da innocente. Avrà 24.300 euro come risarcimento per ingiusta detenzione

SCHEDA

Luca Agostino

Milano (Milano)
  • Anno
  • 2015
  • Reato
  • Omicidio
  • Avvocato
  • Riccardo Lo Presti, Claudio Marinelli, Ilaria Urzini
  • Giorni di detenzione
  • 113 (carcere)
  • Errore
  • Perizie sbagliate
  • Risarcimento
  • 24.300 euro

Centotredici giorni di ingiusta detenzione a 16 anni con l’accusa di essere stato lui, il figlio Luca, a uccidere il padre Cosimo Agostino, assassinato invece dal fratello maggiore di Luca, Vincenzo, in presenza sua e della madre dei due: accusa da cui Luca Agostino è stato non solo già prosciolto…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo