“In cella da innocente, la mia vita sconvolta per un’omonimia”

L’incubo giudiziario di Anna Paglialonga: arrestata con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso, fa 19 giorni di ingiusta detenzione. E viene scagionata totalmente soltanto cinque anni dopo

SCHEDA

Anna Paglialonga

Napoli (Napoli)
  • Anno
  • 2013
  • Reato
  • Mafia
  • Giorni di detenzione
  • 19 (carcere)
  • Errore
  • Pentiti
  • Risarcimento
  • Richiesto

Anna Paglialonga. Era il 21 aprile del 2008 quando, all’alba, gli agenti della squadra mobile di Caserta, agli ordini del questore Carmelo Casabona e del comandante del reparto Rodolfo Ruperti, danno esecuzione nei confronti della donna ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, richiesta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.…

Esegui il login o registrati al sito per leggere l'articolo completo