Fa due giorni di ingiusta detenzione perché nessuno avvisa l’avvocato

Pubblicato il 04 agosto 2018

Vincenza Piccinini finisce in cella perché per errore il deposito della sentenza non viene comunicato al suo legale, che potrebbe invece fare appello. Subito scarcerata con le scuse del tribunale, ha chiesto 50 mila euro come risarcimento.

Scheda

Vincenza Piccinini

Imperia   IM
Anno2015
ReatoRicettazione
AvvocatoMario Leone
PmLorenzo Fornace
Giorni di detenzione2 (carcere)
ErroreMancata comunicazione al legale del deposito della sentenza di condanna
RisarcimentoRichiesto (50 mila euro)
In carcere due giorni da innocente perché la sentenza che la condanna ingiustamente viene depositata senza che ne sia avvertito il suo avvocato. Risultato: niente possibilità di appello. È l’incredibile vicenda capitata a Vincenza Piccinini, 33 anni, una commerciante di Imperia. Ora il suo avvocato, Mario Leone, chiede un risarcimento…

Registrazione