Rapina allo Shangri la, assolto bolzanino

Alex Rotella

Era stato arrestato e accusato di aver messo a segno, assieme ad un complice, una rapina ad un malcapitato cliente del night club “Shangri La” sotto i Portici in pieno centro.

Fratelli Paolillo innocenti. E ora chiedono i danni

Luciano Paolillo

Vennero arrestati con l’accusa di aver messo in piedi una vera e propria organizzazione criminale nel settore dell’edilizia a Castellabate. Dopo dodici anni due fratelli imprenditori sono stati assolti perché il fatto non sussiste.

Fratelli Paolillo innocenti. E ora chiedono i danni

Giuseppe Carpinelli

Vennero arrestati con l’accusa di aver messo in piedi una vera e propria organizzazione criminale nel settore dell’edilizia a Castellabate. Dopo dodici anni due fratelli imprenditori sono stati assolti perché il fatto non sussiste.

Non erano colpevoli, ora chiedono 12 milioni

Massimiliano Caforio

Quattro imputati prima condannati e poi assolti nel processo di revisione per la cosiddetta “strage della barberia” di Taranto, in cui morirono quattro persone, hanno chiesto complessivamente un risarcimento di 12 milioni di euro per ingiusta detenzione.

Errore di calcolo, sconta sei mesi in più

Luigi Papurello

Doveva “farsi” meno di un anno e mezzo di carcere, ne ha scontato quasi un terzo in più.

L’errore dell’Fbi

Yuri Senes

Finisce un incubo per Yuri Senes, il marittimo savonese trentaduenne che era finito in carcere accusato di aver commesso uno stupro nei confronti di una sua collega infermiera durante una crociera.

Sconta condanna che doveva essere sospesa; due mesi in cella per errore

Livio Notte

Ha scontato, per errore, 2 mesi e mezzo di carcere più del dovuto e ha rischiato di restare 2 anni dietro le sbarre. Ieri è tornato libero, su istanza del difensore, accolta dal tribunale nel corso di un “incidente di esecuzione”.

Non ci fu violenza sulla nipote

Raffaele Tagliavia

Era stato arrestato con l’accusa di aver tentato di violentare la nipote. Una vicenda che si è conclusa con l’assoluzione di Raffaele Tagliavia, 55 anni, operaio di Castell’Alfero.

Odissea di un ciociaro in Trentino che ha patito un’ingiusta detenzione

Eugenio Antonio Migliaranese

Viene dal Trentino Alto Adige l’ultima vicenda di ordinaria ingiustizia che ha visto come vittima il ciociaro Eugenio Antonio Migliarese che, per le vicissitudini giudiziarie che lo hanno colpito, ha avuto grandi problemi di salute.

Dieci giorni in carcere per duplice assassinio scagionato chiede 500 mila euro di risarcimento

Carmine Torella

Cinquecento mila euro, per 10 giorni trascorsi in carcere e, soprattutto, per le conseguenze psicologiche dell’ingiustizia. E’ quanto ha chiesto Carmine Torella, un giovane imbianchino di Acerra arrestato per errore, perché riconosciuto autore di duplice