Tre settimane in carcere solo perché omonimo e parente di mafiosi

Bruno Trunfio

Bruno Trunfio, arrestato solo perché si chiama come il cugino che è stato condannato per mafia. E perché il padre era stato un boss della ‘Ndrangheta di Reggio Calabria

Addio a Mario Conte, magistrato vittima della malagiustizia

mario-conte-pm-bergamo

Sotto accusa per quasi vent’anni per colpa di un pentito, sempre assolto con formula piena. Vittima di un calvario giudiziario e umano, è uscito sconfitto solo da un male incurabile. Lascia un libro testamento per ricordare che l’errore giudiziario può colpire chiunque

Mio padre Nino Buttafuoco

libro pina palazzo
Giuseppina Palazzo

Un diario, un memoriale, uno “sfogo” di una donna che, a distanza di anni, vede ancora infangato il nome del suo “secondo padre, Nino Buttafuoco”, noto commercialista di Palermo, che nel 1970 rimane invischiato nell’inchiesta sul rapimento di Mauro De Mauro

In prigione per 207 giorni, risarcito Francesco Gastoni

Francesco Gastoni

Il commerciante era stato ritenuto responsabile di un attentato incendiario perpetrato ai danni di uno stabilimento balneare ad Agrigento

Quell’imprenditore non è mai stato mafioso

vincenzo-guarneri
Vincenzo Guarneri

Arrestato con l’accusa di far parte di un complesso intreccio di interessi tra Cosa nostra, politica e affari, ha passato 2 anni e 4 mesi tra carcere e arresti domiciliari. Poi l’assoluzione. Con formula piena. E anche un risarcimento per ingiusta detenzione da 200 mila euro

Quasi un anno in carcere da innocente, avrà 95 mila euro

Domenico Albanese

Domenico Albanese era stato accusato con la madre, Teresa Guerrisi, di aver nascosto un arsenale a disposizione della mafia. Era innocente e sarà risarcito per ingiusta detenzione.

Una vita rovinata dall’accusa di riciclaggio

luciano-montagnani-piccola
Luciano Montagnani

Luciano Montagnani, cugino del grande attore toscano Renzo, finisce in carcere incastrato da una telefonata in lingua russa. Che nessuno ha pensato di ascoltare con cura…

Politico accusato di mafia, assolto

Paolino-Di-Marco_p
Paolino Di Marco

Nel febbraio 2007 era stato assolto dall’accusa di essere vicino alla famiglia mafiosa di Milena ora Paolino Di Marco chiede 150mila euro di risarcimento

Risarcimento record al principe del foro

Carmelo Cordaro

Quattrocento milioni di lire a Carmelo Cordaro, penalista palermitano tra i più noti, arrestato nel 1994 per associazione mafiosa e assolto nel 1999.

Se lo dice un pentito…

Giuseppe Puglisi

E’ un periodo felice nella vita di Giuseppe. Ha trovato finalmente un lavoro che lo soddisfa, ha già fissato il giorno del matrimonio, la sua fidanzata sta per farlo diventare padre per la seconda volta. Ma il sogno di una vita tranquilla si interrompe br