Traffico di droga, risarcito Spadaccini

Ferdinando Spadaccini

Poco meno di sedicimila euro. E’ il risarcimento per l’ingiusta detenzione assegnato a Ferdinando Spadaccini, giovane algherese pluripregiudicato, accusato di traffico di droga e in carcere per un mese.

Non erano colpevoli, ora chiedono 12 milioni

Massimiliano Caforio

Quattro imputati prima condannati e poi assolti nel processo di revisione per la cosiddetta “strage della barberia” di Taranto, in cui morirono quattro persone, hanno chiesto complessivamente un risarcimento di 12 milioni di euro per ingiusta detenzione.

Non erano colpevoli, ora chiedono 12 milioni

Cosimo Bello

Quattro imputati prima condannati e poi assolti nel processo di revisione per la cosiddetta “strage della barberia” di Taranto, in cui morirono quattro persone, hanno chiesto complessivamente un risarcimento di 12 milioni di euro per ingiusta detenzione.

Non erano mafiosi, prosciolti e risarciti

Domenico Frustagli

La Corte d’appello di Catanzaro ha riconosciuto l’ingiusta detenzione di due amministratori comunali del Pds di Sant’Andrea Jonio, fissando per loro un risarcimento dei danni morali e materiali subiti in due milioni per ciascun giorno di reclusione sconta

Non erano mafiosi, prosciolti e risarciti

Antonio Commodari

La Corte d’appello di Catanzaro ha riconosciuto l’ingiusta detenzione di due amministratori comunali del Pds di Sant’Andrea Jonio, fissando per loro un risarcimento dei danni morali e materiali subiti in due milioni per ciascun giorno di reclusione sconta

Lodigiani, sessantatre inchieste, zero condanne.

Vincenzo Lodigiani

Finito nel tritacarne di Mani pulite, il costruttore Vincenzo Lodigiani ha passato 13 anni di calvario giudiziario ed è stato costretto a vendere l’impresa

Non erano colpevoli, ora chiedono 12 milioni

Francesco Aiello

Quattro imputati prima condannati e poi assolti nel processo di revisione per la cosiddetta “strage della barberia” di Taranto, in cui morirono quattro persone, hanno chiesto complessivamente un risarcimento di 12 milioni di euro per ingiusta detenzione.

Non erano colpevoli, ora chiedono 12 milioni

Giovanni Pedone

Quattro imputati prima condannati e poi assolti nel processo di revisione per la cosiddetta “strage della barberia” di Taranto, in cui morirono quattro persone, hanno chiesto complessivamente un risarcimento di 12 milioni di euro per ingiusta detenzione.

Allevatore o armaiolo?

Giovanni Antonio Salvietti

La segnalazione sembra giusta. Il 26 febbraio 1991 una pattuglia della polizia di Nuoro rinviene in un campo fuori città, vicino a un ovile, un’ingente quantitativo di armi. Le indagini portano all’arresto di un allevatore, Giovanni Antonio Salvietti, 26

Il boia di Taurianova

Rocco Occhiuto

Venerdì 3 maggio 1991, Taurianova si riscopre Far-west d’Italia. Intorno alle quattro e mezza del pomeriggio, in via Solferino, i fratelli Giovanni e Giuseppe Grimaldi, 59 e 54 anni, incensurati, vengono uccisi davanti al loro supermarket da due sicari.