Italo Merlo: vita e carriera rovinate, solo 3 milioni di lire come risarcimento

Italo Merlo

La storia di un dirigente amministrativo di una Usl, arrestato con l’accusa di estorsione, abuso d’ufficio e truffa nell’ambito dell’operazione “protesi d’oro”, uno scandalo sanitario a Sanremo. Prosciolto da tutte le imputazioni già in udienza preliminare, ottiene un indennizzo irrisorio per 8 giorni passati in carcere da innocente

Pietro Boero, il poliziotto accusato di omicidio era innocente

Pietro Boero
Pietro Boero

Ha trascorso 28 mesi in carcere con l’incubo di una condanna all’ergastolo. E ci sono voluti otto processi per accertare che non era lui il colpevole di una rapina in cui era rimasto ucciso un collega. Lo Stato gli riconosce 80 milioni di lire, poco più di 95 mila lire per ogni giorno di cella

Antonio Perruggini, in carcere innocente perché nessuno ha controllato il suo contratto di lavoro

Antonio-Perruggini-
Antonio Perruggini

Responsabile del servizio di accoglienza e non medico. Eppure viene coinvolto nello scandalo dei “ricoveri urgenti” che ha travolto le Case di Cura Riunite di Bari. Trentasei ore in carcere da criminale. Poi la procura riconosce l’errore

Tredici mesi in carcere da innocente per aver smarrito la carta d’identità

Francesco Ecca

Un pregiudicato si impossessa dei suoi documenti e ne approfitta per compiere reati a catena. Il drammatico scambio di persona viene fuori un anno e un mese dopo. Nel frattempo ha perso la famiglia e il lavoro

Innocente in carcere, alle prese con Antonio Di Pietro

Enrico Caldiroli

Un mandato di cattura lungo 1300 pagine, 11 giorni in carcere più 4 mesi agli arresti domiciliari, un processo durato 7 anni per un’accusa che non doveva neanche cominciare. La storia di Enrico Calderoli, risarcito per ingiusta detenzione.

Adriana Lanzarotto, tre mesi in carcere per un errore nelle indagini

Adriana Lanzarotto

La donna, 37 anni, era stata accusata del tentato omicidio di un pregiudicata e rinchiusa nel penitenziario di Marassi, a Genova. Dopo 90 giorni si è sentita dire: «Scusi, ci siamo sbagliati»: i testimoni oculari dell’agguato l’avevano scambiata per un’altra persona

Mauro Scatolini, arrestato solo perché si chiama Mauro

Mauro Scatolini

E’ bastato avere lo stesso nome di battesimo di un presunto spacciatore, per finire in cella con l’accusa di traffico di droga. In carcere per due giorni, viene liberato perché totalmente estraneo, con le scuse dei magistrati

Pasquale Campione, 6 mesi in carcere perché somiglia al rapinatore

Pasquale Campione

Pasquale Campione, 44 anni, accusato di essere l’autore del colpo a un’agenzia del Credito italiano, era innocente: scagionato dai periti davanti al giudice

Arrestato per sbaglio sette anni fa, il ministero lo risarcisce con 100 milioni di lire

Giuseppe Ronco

Giuseppe Ronco, 63 anni, di Chieri, era stato messo in carcere nell’84 e, dopo lunga detenzione, riconosciuto innocente