Un anno di ingiusta detenzione solo per aver offerto un caffè

Pubblicato il 10 giugno 2015

Claudio Ribelli, accusato di essere stato il complice di una rapina da una donna che prima lo scagiona e poi ci ripensa. Assolto grazie a una telecamera di sorveglianza: aveva solo incontrato il bandito la mattina al bar. Risarcito con 91 mila euro

Scheda

Claudio Ribelli

Cagliari (Sinnai)  
Anno2015
ReatoRapina
ErroreScambio di persona
Risarcimento91.082 euro
Claudio Ribelli Sei mesi in carcere più altri sei mesi agli arresti domiciliari: in tutto un anno di ingiusta detenzione per un reato mai commesso. Un periodo lunghissimo per un innocente come l’operaio sardo Claudio Ribelli, di Sinnai (Cagliari), accusato senza motivo di aver rapinato una donna puntando il coltello…

Registrazione