Tre mesi in carcere ingiustamente: non favorì l’immigrazione clandestina

Pubblicato il 21 luglio 2017

Un tranquillo ragioniere commercialista viene accusato di procurare documenti falsi per facilitare la permanenza in Italia di cittadini cinesi come colf o badanti. Ora chiede 119 mila euro di risarcimento per ingiusta detenzione.

Scheda

Pasquale Vitiello

Modena   MO
Anno2017
ReatoAssociazione per delinquere, favoreggiamento immigrazione clandestina
AvvocatoLuca Lugari
Giorni di detenzione92 (carcere + arresti domiciliari)
ErroreIndagini
RisarcimentoRichiesto (119 mila euro)
Pasquale Vitiello Novantadue giorni in custodia cautelare, in carcere e agli arresti domiciliari, con l’accusa di un reato mai commesso. Danni enormi alla vita professionale, alla famiglia, alla stabilità psicofisica. Per questo Pasquale Vitiello, 53 anni, ragioniere commercialista originario di Torre Annunziata (Napoli), ma da anni residente a Carpi (Modena),…

Registrazione