Un anno e mezzo in carcere per uno scambio di persona che si poteva evitare

Pubblicato il 09 marzo 2018

Si chiama come il vero ricercato. È nato nel suo stesso giorno. Ma è serbo, non croato. E il suo passaporto ha un numero diverso da quello del vero latitante. Storia di un clamoroso scambio di persona e di una serie incredibile di errori investigativi.

Scheda

Ivan Bozovic

Milano   MI
Anno2018
ReatoTraffico di sostanze stupefacenti
AvvocatoIvano Chiesa
Giorni di detenzione510 (carcere)
ErroreScambio di persona
Risarcimento130 mila euro
Si chiama come il vero ricercato. È nato nel suo stesso giorno. Ma è serbo, non croato: questo significa che il suo passaporto è diverso da quello del latitante di cui gli investigatori sono a caccia da tempo, anche nel numero identificativo impresso nelle pagine interne. Eppure non basta a…

Registrazione