Cinquanta giorni in carcere per un furto di identità

Pubblicato il 17 giugno 2018

In Germania qualcuno commette una serie di reati spacciandosi per un giardiniere di Empoli. Che finisce in cella per errore in Italia e viene condannato a 10 anni e 2 mesi di reclusione.

Scheda

Luca Cesaretti

Empoli   FI
Anno2009
ReatoFurto
AvvocatoAntonio D'Orzi, Luisa Tamburini
Giorni di detenzione18 (carcere), 30 (arresti domiciliari)
ErroreScambio di persona, furto d'identità
Risarcimento8 mila euro
Gli hanno rubato l’identità, un pezzo di vita e la serenità delle persone perbene. Luca Cesaretti fino a due mesi fa era un padre di famiglia come tanti: quarant’anni, una moglie, tre figli, un lavoro da giardiniere, piccole e grandi preoccupazioni, piccole e grandi soddisfazioni. Poi il 9 luglio scorso…

Registrazione